contatore accessi I registri per la supervisione HomePLC

Registri HomePLC per la supervisione con HomeControl

Registrati per non perderti i nuovi articoli! Sei già registrato? Accedi al tuo account.

Per comunicare tra l’HomePLC e la supervisione HomeControl ci sono dei registri ben definiti, vediamo quali sono:

SCRITTURA:
è possibile scrivere in tutti gli 8000 registri disponibili, salvo che il registro sia lettura-scrittura e non sola lettura.

LETTURA:
ci sono 2 aree ad evento, ovvero quando c’è una variazione del valore, il registro viene inviato direttamente alla supervisione in modalità “push”.

queste aree sono:

  • AREA 1: dal registro %MW3301 al registro %MW3332
  • AREA 2: dal registro %MW3351 al registro %MW3382

oltre a queste aree ad evento, abbiamo realizzato delle altre aree di lettura della memoria HomePLC.

Queste aree di memoria vengono lette normalmente ogni 60 secondi, ma se la risorsa è visualizzata sulla supervisione, allora viene riletta ogni 5 secondi.

Le aree di memoria sono:

REGISTRI BIT VOLATILI: dal registro %MW400 al registro %MW431 (512 bit)
REGISTRI BIT RITENTIVI: dal registro %MW500 al registro %MW531 (512 bit)
REGISTRI WORD VOLATILI: dal registro %MW1000 al registro %MW1255 (256 word)
REGISTRI WORD RITENTIVI: dal registro %MW2000 al registro %MW2255 (256 word)

vediamo qualche esempio di utilizzo dei registri indicati sopra:

AREA %MW400:
questi bit si utilizzano per visualizzare degli stati, ad esempio lo stato di un’interruttore o del crepuscolare (giorno / notte) acquisito tramite un ingresso sul bus HomePLC.

l’utilizzo di questi bit in LadderHOME si fa in questo modo: %MX400.0 (ovvero indichiamo il bit 0 del registro 400).

AREA %MW500:
questi bit si utilizzano per attivare delle funzioni all’interno del programma, con valore ritentivo, ovvero quando il plc viene riavviato il valore rimane ritentivo.
Ad esempio possiamo usarlo per abilitare l’irrigazione del giardino per tutto il periodo estivo.
Un altro uso di questi bit all’interno del programma LadderHOME è per mantenere in memoria lo stato di un allarme, ovvero memorizzare lo stato ad esempio di “porta di emergenza aperta”, e chiedere all’operatore di resettare il bit (con un pulsante di reset) per confermare il ritorno a riposo dell’allarme.

l’utilizzo di questi bit in ladder si fa così: %MX500.0 (ovvero indichiamo il bit 0 del registro 500).

AREA %MW1000
questi registri si utilizzano per portare in supervisione dei valori in sola lettura, o comunque volatili (ovvero si resettano al riavvio del plc).
Un uso tipico è la visualizzazione di una temperatura.

AREA %MW2000
questi registri si utilizzano per impostare dei valori che devono rimanere memorizzati anche in caso di riavvio del plc.
Un uso tipico è l’impostazione di una temperatura di setpoint.

Ho creato un file Excel con la mappa dei registri, che puoi scaricare da qui

–> scarica file <–

Spero che questo articolo ti sia stato utile per capire quali registri utilizzare per interfacciare la supervisione HomeControl con il sistema HomePLC.

Hai delle domande o dei dubbi? Utilizza la sezione commenti in fondo alla pagina!
Marco Boschini
Marco Boschini
Ciao! Sono Marco, dal 2007 mi occupo di integrazione di sistemi e ho fondato HBE System, partner tecnologico di Net Building Automation. Sono qui per aiutarti a diventare un system integrator autonomo nel programmare sistemi di domotica e building automation. Parleremo spesso di HomePLC. Per vedere tutti i prodotti visita il nostro sito e-commerce

Esegui l'accesso per Commentare